Archivio per l'etichetta ‘luca romaldini

Variazioni della irradiazione solare totale e feedback, cause della Nuova PEG nel minimo di Eddy…2020   11 comments

Raffreddamento Planetario newsclimaIl sole presenta comportamenti ciclici di diverso periodo, uno dei quali è il ciclo di attività solare di circa 11 anni, evidenziato dalle macchie solari, attualmente verso la conclusione del 24° ciclo, che presenta una drastica riduzione dell’attività solare. Oltre a questo c’è un ciclo di 200 anni, esso pure in fase di declino dall’inizio del 1990, con variazioni del diametro del Sole, dalle quali dipende l’ Irradiazione Solare Totale (TSI) che determina le temperature terrestri.

Leggi il seguito di questo post »

Verso una nuova PEG…storia del clima su Gaia!!!   Leave a comment

italia-innevata-2012La Piccola era glaciale (in inglese Little Ice Age) è un periodo di tempo che va dall’inizio del quattordicesimo alla metà del diciannovesimo secolo in cui ci fu un brusco abbassamento della temperatura terrestre nell’emisfero settentrionale. Questo periodo fu preceduto da un lungo periodo di temperature relativamente elevate chiamato periodo caldo medioevale.
Dal 1300 si è assistito ad un graduale avanzamento dei ghiacciai fino ad una massima espansione intorno al 1850 quando le temperature hanno iniziato ad aumentare favorendo il ritiro dei ghiacci.

Leggi il seguito di questo post »

Fenomeni ciclici liquido-gassosi nel nord Atlantico…   Leave a comment

atlanticoDagli studi sulla circolazione atmosferica globale, è noto che l’Atlantico settentrionale è interessato da fenomeni ciclici che controllano l’interazione tra le masse liquide e quelle gassose. Tra questi, quello che ha le maggiori ripercussioni sul clima europeo oltre all’AMO, è l’Oscillazione del Nord Atlantico (NAO) che si manifesta come un’oscillazione a periodicità complessa delle masse atmosferiche tra le Azzorre (zona normalmente ad alta pressione) e l’Islanda (zona normalmente a bassa pressione).

Leggi il seguito di questo post »

Ciclo 24 del Sole verso una stabilizzazione, ma è già minimo di Eddy !!! Calo termico planetario in atto…   9 comments

4Tra i vari documenti che si trovano in rete pochi sottolineano le analogie che si riscontrano tra l’attuale fase del ciclo solare e quella immediatamente prima il famoso minimo di Dalton. Fondamentale, a mio parere, è sottolineare la sempre maggior analogia fra la curva del ciclo 24 e del ciclo 5 (1798-1810), primo del Minimo di Dalton coincidente con l’apice della Piccola età glaciale ( ricordo che i dati con molta probabilità non sono perfettamente corrispondenti alla realtà ed hanno una sottostima del 25% per il ciclo 5).

Leggi il seguito di questo post »

Scie chimiche e effetti sul clima e la salute…   2 comments

Scie chimicheLa polvere di vetro speciale (porous-walled glass microsphere) dovrebbe assorbire parte del CO2, e soprattutto riflettere i raggi solari, impedendo loro di giungere sulla Terra in eccesso.

Il punto è che gli esperimenti («limitati») sono condotti da qualche anno in segreto dal Savannah River National Laboratory di Alken (South Carolina), un centro che appartiene al Dipartimento dell’Energia (DOE): un ministero che si occupa anche di realizzazioni militari, specie di quelle troppo «delicate» per apparire sotto la sovrintendenza del Pentagono. Tipicamente, certi esperimenti con materiale fissile e radiattivo cadono sotto la competenza del DOE.

Leggi il seguito di questo post »

Vulcani e Clima…   1 comment

Monte Etna (Italia)Le eruzioni vulcaniche sono in grado di scatenare cambiamenti climatici enormi ed in tempi brevi con un’efficacia che non ha pari in natura.
In pochi mesi possono abbassare le temperature atmosferiche dell’intero globo, scatenando siccità o inondazioni e memorabili ondate di freddo.

La più intensa eruzione vulcanica degli ultimi mille anni si è verificata nel 1815, quando esplose il vulcano Tambora, in Indonesia. Gli anni seguenti furono segnati dalle carestie.

Leggi il seguito di questo post »

Andamento macchie solari….   2 comments

attività solareAttività solare in decrescita significa che abbiamo raggiunto il picco massimo? Beh di certo le macchie solari con un andamento simile significa solo che andiamo verso un minimo storico con consegunete decrescita delle medie termiche terrestri.

Leggi il seguito di questo post »

Cosa vuol dire Glaciazione…   Leave a comment

PaesaggioNotturnoUna glaciazione è un lungo periodo (generalmente migliaia o milioni di anni) di generale abbassamento della temperatura del clima terrestre, che comporta una espansione delle calotte glaciali in direzione dell’equatore.

In glaciologia, la scienza che studia i ghiacciai, con glaciazione si intende un periodo di tempo in cui i poli della Terra sono ricoperti da calotte glaciali; secondo questa definizione ci troviamo ancora oggi in un periodo di glaciazioni, in quanto la Groenlandia e l’Antartico sono ancora ricoperte dai ghiacci (in questo senso il termine è sinonimo di Era glaciale).

Leggi il seguito di questo post »

Cosa sono gli indici AO e NAO…   Leave a comment

NAO (North Atlantic Oscillation)

L’indice, North Atlantic Oscillation, condiziona il clima della nostra penisola e in particolare l’area W-Mediterranea. Infatti in base al segno dell’indice, le figure classiche che dominano la scena europea, ovvero la semipermanente d’Islanda e l’anticiclone delle Azzorre, assumono posizioni e caratteristiche differenti. I valori dell’indice sono calcolati come la differenza tra la pressione rilevata nelle Azzorre e la pressione rilevata in Islanda Leggi il seguito di questo post »

Tendenza previsionale stagionale Primavera Estate 2013   2 comments

Sardegna2013newsclimaEntrati ormai nella primavera meteorologica dal 1° del mese ed entrando in quella astronomica dal 21 cm, posso cominciare a definire una tendenza stagionale per la primavera-estate 2013. Fin qui abbiamo constatato come la primavera sia cominciata molto bene dal punto di vista delle precipitazioni, anche in eccesso in talune zone, rientrando nel regime climatico e dinamico della stagione mediterranea.

Leggi il seguito di questo post »

Prossimo grande minimo solare e futuro raffreddamento del nostro pianeta…   6 comments

Raffreddamento Planetario newsclimaUn gran minimo solare è ormai prossimo e lo conferma la diminuzione bicentenaria della irradianza totale solare che porta ad uno sbilanciamento termico sulla Terra.
Le variazioni temporali del potere della radiazione ad onda lunga del sistema Terra-atmosfera emessa nello spazio sempre in ritardo rispetto le variazioni del potere di radiazione solare assorbita, sono causate della lenta variazione della sua entalpia.

Leggi il seguito di questo post »

Raggi cosmici e influenza sul clima di Gaia…   Leave a comment

ImmagineDato che il sole alimenta il sistema climatico della terra e fornisce l’energia per tutta la vita sul nostro pianeta, non dovrebbe destare nessuna sorpresa che i cambiamenti nell’attività solare possono influenzare le condizioni climatiche.

Leggi il seguito di questo post »

El-Nino e correlazione con il Sistema Climatico…   Leave a comment

2“El Niño” è un disturbo del sistema atmosferico oceanico del Pacifico tropicale che ha importanti conseguenze per il clima di tutto il pianeta. Tra queste, citiamo l’incremento della piovosità sull’America Centrale e sul Perù, talvolta associate a devastanti incendi in Australia.

Leggi il seguito di questo post »

Primavera-estate 2012 e proiezioni per il prossimo autunno-inverno 2012-2013…Non piove, ma è la quiete prima della tempesta!!!   Leave a comment

Dagli studi sulla circolazione atmosferica globale, è noto che l’Atlantico settentrionale è interessato da fenomeni ciclici che controllano l’interazione tra le masse liquide e quelle gassose. Tra questi, quello che ha le maggiori ripercussioni sul clima europeo oltre all’AMO, è l’Oscillazione del Nord Atlantico (NAO) che si manifesta come un’oscillazione a periodicità complessa delle masse atmosferiche tra le Azzorre (zona normalmente ad alta pressione) e l’Islanda (zona normalmente a bassa pressione).

Leggi il seguito di questo post »

Cos’è l’ AMO ( Atlantic Multidecadal Oscillation )   Leave a comment

L’AMO ( Oscillazione Atlantica multidecennale ) è stato scoperto nel 2000 (Delworth e Mann). Anch’esso è caratterizzato da fasi positive e negative di durata compresa tra i 20 ed i 40 anni. Cambiamenti nella temperatura superficiale dell’Oceano Atlantico nel tratto compreso tra l’equatore e la Groenlandia determinano la fase positiva e quella negativa.

Leggi il seguito di questo post »

La pressione atmosferica e i fronti perturbati…   Leave a comment

pressione newsclimaLa pressione atmosferica per un certo punto della superficie terrestre è determinata dal peso della colonna d’aria sovrastante. Le isobare sono le linee congiungenti i punti di eguale pressione e, opportunamente intervallate nei valori, rappresentano le carte isobariche. Le isobare delimitano particolari configurazioni bariche, responsabili principali dell’andamento del tempo…:

Leggi il seguito di questo post »

Le tempeste equinoziali   Leave a comment

Come tutti sappiamo, la radiazione solare incide sulla superficie terrestre con un angolo diverso a seconda della latitudine a causa della forma sferica del pianeta e dell’inclinazione dell’asse terrestre.

Dunque, in base alla massima o alla minima radiazione solare che raggiunge il suolo, possiamo definire i periodi equinoziali e quelli solstiziali.

Leggi il seguito di questo post »

Stratosfera e ripercussioni in troposfera   Leave a comment

La stratosfera è lo strato atmosferico compreso tra 11 e 50 km circa d’altitudine ed è una regione che si trova oltre la quota alla quale avvengono i fenomeni che sono all’origine del tempo atmosferico o in altre parole la troposfera (da 0 a circa 10-12 km, per la nostra latitudine), il cui limite superiore è individuabile nella tropopausa. Tuttavia è bene tenere presente che i due livelli non sono per niente scollegati o non comunicanti e che invece interagiscono tra loro in varie circostanze.

Leggi il seguito di questo post »

La CO2 con il minimo solare funge da raffreddamento…   Leave a comment

3Finalmente una dimostrazione reale sull’assoluta inefficacia della CO2 e di altri gas IR attivi sul riscaldamento dell’atmosfera. Infatti non forniscono riscaldamento supplementare atmosferico, ma fungono da “ombrellone” alla terra e non da “coperta“. Il 70% del raffreddamento terrestre proviene da queste molecole presenti nell’aria e il loro aumento in concentrazione non fa altro che aumentare il potere refrigerante atmosferico.

Leggi il seguito di questo post »

Un aumento dei raggi cosmici ci indicano un prossimo raffreddamento…   Leave a comment

Secondo i sensori della sonda ACE (advanced composition Explorer) quest’anno i raggi cosmici sono aumentati del 10% rispetto le misurazioni degli ultimi 50 anni, ovvero da quando si osservano e si studiano i risvolti sul nostro clima.I raggi cosmici sono inversamente proporzionali all’attività solare e, trovandoci in un profondo minimo della nostra stella, di conseguenza sono aumentati gli stessi, portando a definire la situazione, come dal conosciuto Richard Mewaldt, una perfetta tempesta di raggi cosmici.

Leggi il seguito di questo post »

Influenza del Sole sulla corrente del golfo…   Leave a comment

sole-newsclima-20-gennaio-2012Lorena Lisiecki, professoressa nel reparto di scienza della Terra della California (S. Barbara), ha condotto uno studio sull’influenza del Sole sulla corrente del golfo e ne ha dedotto che è molto più influente l’energia irradiata dal Sole rispetto alla quantità, e quindi estensione, di ghiacci nel nord Atlantico e in artico nella modifica delle correnti della circolazione termoalina del nord Atlantico.

Leggi il seguito di questo post »

Tendenza stagionale autunno-inverno 2011-2012   Leave a comment

Su grande richiesta da parte dei nostri lettori, quest’anno volevo proporVi la tendenza stagionale nella maniera più semplice possibile, ovvero tramite l’utilizzo di semplici carte che riassumono le possibili configurazioni bariche sul nostro continente con le condizioni tendenziali meteo-climatiche per la nostra penisola.

Leggi il seguito di questo post »

L’innesco di una nuova era glaciale: il Sole !!!   Leave a comment

4Abbiamo già visionato come piccole variazioni dell’inclinazione dell’asse terrestre – fino a due gradi, nell’arco di centinaia di migliaia di anni – sono sufficienti a determinare le diverse ere glaciali succedutesi negli ultimi 2,5 milioni di anni, compreso il picco raggiunto circa 100.000 anni fa..

Leggi il seguito di questo post »

Come prevedere personalmente la formazione di temporali…   Leave a comment

Con questo inciso per andare a visionare i fattori che incidono sulla formazione di nubi torreggianti che spesso provocano rovesci e temporali.

Oltre alla normale visione del cielo, dei venti, dell’umidità e delle variazioni di pressione sul loco (per questo vi ricordo le previsioni personalizzate nella sezione meteo-didattica), altri sono i fattori che possiamo seguire per fare le nostre previsioni personalizzate.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 14/05/2011 da Luca Romaldini in Meteo-didattica

Taggato con ,

Il fallimento dell’IPCC della prima decade del 2000…   Leave a comment

La temperatura media e globale ha avuto una battuta d’arresto dopo il 2000, contro ogni predizione catastrofista dell’IPCC, che prometteva un rapido e continuo aumento della media termica globale.

Come la solito, sostengo la tesi dell’assoluta mancanza di prendere in esame il cambio di temperatura media per cause naturali, contro l’enfatizzazione dell’ente, di un effetto serra, causato dall’aumento della CO2 e in particolare del fattore antropogenetico.

Leggi il seguito di questo post »

Minimo solare straordinario…presto anche il calo termico di Gaia…!!!   Leave a comment

Tre anni di minimo e ben 655 giorni spotless, questo il più breve inciso per far capire cosa sta succedendo. Si continuano a registrare valori di Solar Flux e AP index davvero molto bassi e la situazione non sembra destinata a mutare nel medio termine. Già sorpresi della situazione, la maggior parte degli scienziati che studiano la nostra stella ormai ritengono più che probabile un periodo di bassissima attività solare.
Già il secolo passato è stato ritenuto dagli scienziati, in base ad approfonditi studi, essere il periodo con la più bassa attività solare degli ultimi 8000 anni.

Leggi il seguito di questo post »

Il sole si sta spegnendo…   Leave a comment

Ancora ad oggi il Sole dorme; sulla sua superficie non si rilevano macchie solari associabili al ciclo 24.

Situazione storica e di importanza capitale sulle sorti meteo-climatiche sul nostro pianeta perché è appurato che nelle fasi di calma della nostra stella la temperatura media crolla in modo profondo e duraturo. Questa è la situazione che dovremmo affrontare nel prossimo futuro. Molti hanno pensato e mi hanno chiesto del perchè avessi messo il 2012 come data riferita alla partenza del punto del non ritorno. Alcuni mi hanno indicato come colui che si rifaceva alle leggende dei Maya.

Leggi il seguito di questo post »

Nasa: molto probabile un Minimo di Dalton-calo termico planetario di 2°C…   Leave a comment

Finalmente la Nasa, in veste del professor David Hathaway, ha dichiarato che un minimo di Dalton è molto probabile, visti i recenti studi sulla nostra stella. Il minimo prolungato con un ciclo 24 che non vuole dar segni di ripresa, fanno presagire già ad un calo di 2°C cosi’ come stanno le cose.
Tutte le previsioni fin qui portate alle varie conferenze e convegni, compreso G8 e varie conferenze sul clima, risultano ad oggi da rivedere.

Leggi il seguito di questo post »

Le anomalie del nord Pacifico…PDO negativa!!!   Leave a comment

Le anomalie termiche oceaniche influenzano, come più volte detto, le condizioni meteo-climatiche di ampie zone terrestri. Due fondamentali indici teleconnettivi che rendono conto di tali anomalie sono il PDO e l’AMO, rispettivamente nell’oceano pacifico settentrionale e Atlantico settentrionale, che permettono di stabilire una sorta di previsione, nel long range, su America settentrionale ed Europa. In particolare l’AMO ci permette di stabilire approssimativamente gli impatti sul numero e l’intensità degli uragani in Atlantico e l’estensione in crescita o decrescita dei ghiacci artici.

Leggi il seguito di questo post »

Le “macchie solari possono svanire entro il 2015”   Leave a comment

Le macchie solari sono regioni scure e fresche sulla superficie solare con forti campi magnetici. Nel passato ci sono state poche misure dirette sui cambi nei parametri fisici delle stesse, ma ora lo studio presentato da William Livingston e Matteo Penn mostra che le macchie solari stanno divenendo sempre più calde e con campi magnetici più deboli.I dati mostrano che ci sono modifiche tra le macchie solari, indipendente del ciclo in considerazione, che suggeriscono la scomparsa delle stesse.

Leggi il seguito di questo post »

Configurazioni bariche 2010-2040…verso una nuova PEG!!!   6 comments

Raffreddamento Planetario newsclimaIn esclusiva su EvoluzioneClima.com vi riporto graficamente ciò che ho elaborato con il sistema WPS per i prossimi anni fino al 2040.

Rendo noto a Voi tutti che l’elaborazione notifica configurazioni bariche predominanti nel corso di sei mesi estivi e invernali, trascurando le stagioni intermedie dove le variazioni saranno più accentuate a causa degli scambi di calore tra l’equatore e il polo.

Scritto il 5 gennaio 2010

Leggi il seguito di questo post »

Mediterraneo: allarme climatico…   Leave a comment

A testimoniare l’evoluzione al raffreddamento terrestre e degli oceani , una prova che non può esimersi dall’essere raccontata e discussa.
E’ un po’ di tempo che oltre a seguire le strutture glacialogiche alpine dedico parte del tempo a verificare il mare nostrum, vero indicatore di una evoluzione meteo-climatica macro-zona.

Leggi il seguito di questo post »

Artico e antartico in espansione…una realtà!!!   Leave a comment

Il ghiaccio antartico sta aumentando nonostante quello che, la maggior parte dell’incessante informazione dei media, ci propina, mentre i ghiacci dell’artico stanno quasi raggiungendo la media trentennale, ma è molto vicino, dopo lo storico minimo del 2007.

Leggi il seguito di questo post »

Clima,inquinamento e sole…   Leave a comment

Il diossido di carbonio è un componente minore dell’atmosfera, tra 0.022 e 0.038 per cento, e il suo contributo per aumentare l’effetto serra è minore del vapore d’acqua contenuto nell’atmosfera.
Chi produce molta CO2 è l’oceano che proporzionalmente aumenta con l’aumento della temperatura.

Leggi il seguito di questo post »

Spotless del Sole e proiezioni climatiche…   Leave a comment

Innanzitutto andiamo a visionare la top ten dei giorni spotless dell’ultimo secolo. Questo per chiarirci le idee:
anno       giorni
1913        311
1901        287
1878        280
2008        265
1856        261
1902        257
1912        254
1954        241
1933        240
2009        242 (al 26 ottobre “da confermare“)

Leggi il seguito di questo post »

Il Sole dorme e Gaia risponde sull’attenti: Evoluzione clima!!!   Leave a comment

Gli oceani si stanno raffreddando e non lo dice un accanito freddofilo che spera nell’era glaciale. Il Sole la causa del raffreddamento.

Mi chiedo: ma è possibile che sia cosi’ difficile capire che è il Sole la nostra fonte primaria di energia e che a seconda delle sue stranezze il nostro pianeta, ma anche l’intero sistema solare, ne risente?

Leggi il seguito di questo post »

Il sole dorme e la terra si raffredda…   Leave a comment

Negli ultimi 2 anni la radiazione solare verso la Terra ha toccato i minimi assoluti dal 1978, rimanendo sempre al di sotto dei 1365.3 Watt a metro quadro, minimo solare critico storico, negli ultimi 250 anni. Le previsioni della Nasa, con un clamoroso passo indietro, parlano di un massimo del ciclo 24° molto ridimensionato da quello prospettato e molto al di sotto del 23°. Leggi il seguito di questo post »

Il Sole e il Clima sulla Terra…   Leave a comment

Come sappiamo stiamo attraversando un periodo di pronunciato minimo solare, con macchie solari quasi inesistenti. Il Sole, estremamente stabile nell’emissione di radiazioni, presenta degli improvvisi e lievi cambiamenti nella sua fase di attività,  che non interessano più del 2% della radiazione totale emessa.

Leggi il seguito di questo post »

Capire che il “Sistema Climatico” è sensibile non è utopia…   Leave a comment

Il mio studio sulla ciclicità terrestre esalta, in maniera lampante, di come i risultati ottenuti potrebbero avere drammatiche implicazioni per la società moderna.

Gli screening dei risultati dei campioni dei carotaggi ottenuti, sono le testimonianze dei cambiamenti climatici occorsi al nostro pianeta. Dunque a seguito dell’analisi di montagne di dati e di una meticolosa rivisitazione di dati storici, sono convinto che il clima globale sia mutato spesso anche drammaticamente. Ma quel che è più importante è che i risultati siano stati pressoché catastrofici per le culture che vivevano in questi periodi di tempo.

Leggi il seguito di questo post »

Ciclo solare e correlazioni teleconnettive…   Leave a comment

Con questa argomentazione vorrei mettere in evidenza la correlazione che esiste tra i vari cicli del SOLE, vera locomotiva del clima su Gaia, e le conseguenze marine e atmosferiche che ne derivano, le carrozze del treno…
Partiamo dal presupposto che quello che sto per scrivere deriva da una mia convinzione, dettata da anni di verifiche, e che non esistono studi scientifici dai quali ricavare certezze.

Leggi il seguito di questo post »

Ghiacci perenni in crescita nei prossimi anni…   Leave a comment

Una credenza da sfatare è quella che se in inverno non fa abbastanza freddo i ghiacciai sono destinati inevitabilmente a scomparire. La realtà supportata da dati è ben diversa: infatti può anche fare inverni freddissimi, ma se l’accumulo nevoso sui ghiacciai non è abbondante, durante il periodo estivo le lingue glaciali perdono terreno perché a diretto contatto con l’insolazione solare e le temperature che, normalmente alla nostra latitudine, vanno sopra lo zero anche oltre i 3500 m.
L’effetto albedo è l’unica fonte di salvezza per il ghiaccio, creando una situazione micro-climatica che permette al ghiaccio, accumulato in decenni, di resistere.

Leggi il seguito di questo post »

IPCC contro WPS : chi avrà ragione???   Leave a comment

Secondo Al Gore e James Hansen abbiamo pochi anni per pentirci del nostro uso indiscriminato dei combustibili fossili, dobbiamo in qualsiasi maniera preservare i ghiacciai e bisogna evitare assolutamente l’aumento catastrofico del livello marittimo. Tutto segue una logica che le modifiche climatiche siano dettate dal nostro vivere errato, del nostro sfruttamento delle risorse naturali e del menefreghismo ambientale.

Leggi il seguito di questo post »

Climatologia: scienza offesa da interessi mondiali…   Leave a comment

La Terra, se persiste lo stato di quiete del Sole, è destinata a subire un nuovo grande minimo, come abbiamo visto, al contrario di scienziati traviati e corrotti dalla politica e dal denaro, i grandi cambiamenti climatici terrestri sono guidati dal Sole e dalle stagioni che mutano naturalmente, non dal feedback della CO2 antropica.

Leggi il seguito di questo post »

La Natura deciderà, ma l’uomo può e deve prevenire…per Gaia !!!   Leave a comment

Il riscaldamento diseguale della superficie terrestre è la causa primaria dei moti atmosferici, che sono il risultato degli effetti combinati sulle      masse d’aria dei moti convettivi e della rotazione terrestre.

Leggi il seguito di questo post »

Solar Flux e ciclo solare…   Leave a comment

La parte centrale del 20° secolo è stata caratterizzata, come tutti sappiamo, da una eccezionale attività solare, misurata attraverso il conteggio delle macchie solari. Oggi metodi moderni, come il Solar Flux, ci aiutano a osservare nel miglior modo possibile l’evoluzione della nostra stella.

Leggi il seguito di questo post »

Ere glaciali e inclinazione dell’asse terrestre, tutto con l’aiuto del Sole…   Leave a comment

Secondo i ricercatori, piccole variazioni dell’inclinazione dell’asse terrestre, fino a due gradi, nell’arco di centinaia di migliaia di anni, sono sufficienti a determinare le diverse ere glaciali succedutesi negli ultimi 2,5 milioni di anni, compreso il picco raggiunto circa 100.000 anni fa..

Leggi il seguito di questo post »

Raffreddamento oceanico nei prossimi anni…   Leave a comment

Gli oceani si stanno raffreddando e non lo dice un accanito freddofilo che spera nell’era glaciale. Il Sole la causa del raffreddamento.

Mi chiedo: ma è possibile che sia cosi’ difficile capire che è il Sole la nostra fonte primaria di energia e che a seconda delle sue stranezze il nostro pianeta, ma anche l’intero sistema solare, ne risente?

Leggi il seguito di questo post »

Corrente del golfo diatriba senza fine…   Leave a comment

Con la presente per far capire l’importanza della suddetta corrente oceanica per l’Europa tutta, compresa l’area mediterranea.

Cominciamo con il dare una spiegazione sommaria di cos’è la corrente del golfo e come funziona…

Leggi il seguito di questo post »

Valanghe…   Leave a comment

Le origini dei nostri attuali termini “valanga” e “slavina” sono da ricercarsi nella lingua latina. Nei testi antichi erano chiamate “labinae” o “lavanchiae”.

Lavanchiae è probabilmente di origine pre-latina, forse ligure, ed ha la stessa radice di “lave” che significa scorrere di fango o lava. Molto più tardi la confusione con il vocabolo francese “aval” (che significa “verso valle, all’ingiù”) produsse l’attuale vocabolo “avalanche”, usato in inglese e francese, da cui deriva “valanga” in italiano. Il termine si potrebbe applicare alla caduta di qualunque materiale, ma quando lo si usa senza specificazioni ci si riferisce sempre alla caduta di neve.

Leggi il seguito di questo post »

Corrente del Golfo e clima in Europa…   Leave a comment

Sappiamo che il Nord Atlantico riceve energia termica equivalente a circa un PWatt, cioè un milione di miliardi di volte l’energia che normalmente usiamo in casa, attraverso la Corrente del Golfo. Questo calore è in seguito scambiato con l’atmosfera rendendo il clima europeo più mite. Questa enorme quantità di calore è trasportata dalle correnti indotte dalla cosiddetta ‘circolazione termoalina’, la quale s’instaura in virtù delle differenze di temperatura e salinità (e quindi di densità) tra le diverse masse oceaniche.

Leggi il seguito di questo post »