Archivio dell'autore

Corrente del Golfo e clima in Europa…   Leave a comment

Sappiamo che il Nord Atlantico riceve energia termica equivalente a circa un PWatt, cioè un milione di miliardi di volte l’energia che normalmente usiamo in casa, attraverso la Corrente del Golfo. Questo calore è in seguito scambiato con l’atmosfera rendendo il clima europeo più mite. Questa enorme quantità di calore è trasportata dalle correnti indotte dalla cosiddetta ‘circolazione termoalina’, la quale s’instaura in virtù delle differenze di temperatura e salinità (e quindi di densità) tra le diverse masse oceaniche.

Leggi il seguito di questo post »

Capire che il “Sistema Climatico” è sensibile non è utopia…   Leave a comment

Il mio studio sulla ciclicità terrestre esalta, in maniera lampante, di come i risultati ottenuti potrebbero avere drammatiche implicazioni per la società moderna.

Gli screening dei risultati dei campioni dei carotaggi ottenuti, sono le testimonianze dei cambiamenti climatici occorsi al nostro pianeta. Dunque a seguito dell’analisi di montagne di dati e di una meticolosa rivisitazione di dati storici, sono convinto che il clima globale sia mutato spesso anche drammaticamente. Ma quel che è più importante è che i risultati siano stati pressoché catastrofici per le culture che vivevano in questi periodi di tempo.

Leggi il seguito di questo post »

Correlazione Artico-CDG-Nord Atlantico…verso una nuova PEG!!!   Leave a comment

Tutti abbiamo sentito parlare molto dei cosiddetti gas-serra e dell’idea che il nostro pianeta si stia riscaldando.Il  pensiero però, poco conosciuto e scarsamente apprezzato dai politici e dai capi economici, nonchè anche dalla comunità degli scienziati, sta prendendo gradualmente credibilità grazie anche ai dati che stanno man mano convalidando certe ipotesi, e cioè quello del Riscaldamento Globale, o comunemente chiamato Global Warming, che potrebbe attualmente portare ad un grande raffreddamento in molte zone della Terra.

Leggi il seguito di questo post »

I ghiacciai e la loro formazione   Leave a comment

I ghiacciai sono delle enormi masse di ghiaccio permanenti, formatesi per trasformazione (compattazione e cristallizzazione) di accumuli di neve e soggette ad un lento scorrimento sulla superficie terrestre.

I ghiacciai li troviamo su tutti i continenti della terra ed in special modo in alcune zone ben specifiche: Groenlandia, Artide, Antartide, Nuova Zelanda, Alaska, Islanda, Nuova Guinea, Himalaia, ecc. Le condizioni necessarie per favorire la formazione e la persistenza di un ghiacciaio sono temperature medie annuali inferiori ai 0° ed un volume di precipitazioni nevose superiore a quello delle perdite per fusione (Ablazione). Ogni anno, nuovi strati di neve coprono gli strati precedenti.

Leggi il seguito di questo post »

Correlazione indici e cicli solari   Leave a comment

Con questa argomentazione vorrei mettere in evidenza la correlazione che esiste tra i vari cicli del SOLE, vera locomotiva del clima su Gaia, e le conseguenze marine e atmosferiche che ne derivano, le carrozze del treno…

Partiamo dal presupposto che quello che sto per scrivere deriva da una mia convinzione, dettata da anni di verifiche, e che non esistono studi scientifici dai quali ricavare certezze.

Leggi il seguito di questo post »

Il deserto su Gaia   Leave a comment

Il deserto è caratterizzato da precipitazioni scarse e molto irregolari (media annuale inferiore ai 250 mm) e pertanto povera o completamente priva di vegetazione.

A causa dei particolari fenomeni che li caratterizzano, i deserti sono ambienti estremamente inospitali abitati da una fauna scarsa e molto specializzata e sono inadatti all’insediamento stabile da parte dell’uomo. Un terzo delle terre emerse è un deserto e si trova a varie latitudini.

Leggi il seguito di questo post »

Attività solare e clima terrestre…   Leave a comment

Attività solare fa incollare gli astrofisici ai loro telescopi, che aspettano di vedere quello che il sole farà in futuro e come probabilmente il clima della Terra risponda.
Il sole è al minimo attivo ed è stato in questa decade al livello più fioco degli ultimi cento anni. Molti scienziati ritengono oggi il probabile arrivo di una Piccola Età di Ghiaccio, come accaduto tra il 1300 e il 1850, con un’ondata di freddo insolita in Europa e nord America causata da un profondo minimo solare.

Leggi il seguito di questo post »

La teoria dei Cicli Astronomici…   Leave a comment

Un gruppo di scienziati, tra il 1992 ed il 2002, ha eseguito uno studio basato sui più precisi dati altimetrici da satellite mai messi insieme, usando satelliti Europei per le misurazioni a distanza.

Questi scienziati hanno scoperto che al centro della Groenlandia sta crescendo da una decina di anni una montagna di ghiaccio, come sta crescendo il ghiaccio galleggiante della banchisa dell’Antartide Orientale contro il propagandato ghiaccio frantumato della banchisa dell’Antartide Occidentale, probabilmente causato da eruzioni vulcaniche sotto la coltre di ghiaccio.

Leggi il seguito di questo post »

L’influenza degli oceani sul clima…   Leave a comment

Il volume di acqua della Terra è per il 97% contenuto negli oceani che hanno una temperatura media di solo ca. 4 gradi. L’enorme quantità di acqua, presente sul nostro pianeta, fa si che le regole climatiche vengano gestite dalla quantità di energia accumulata dalla nostra stella, il Sole. Gli oceani regolano i fattori climatici su tutto il pianeta, basti ricordare la Corrente del Golfo, la corrente del Labrador, il Nino/a, i monsoni etc.. Le diverse tipologie climatiche vengono dettate, per la maggior parte, dalle regole oceaniche.

Leggi il seguito di questo post »

Tam Tam in Europa…dal 2012 lo scatto climatico!!!   Leave a comment

Studiando il clima della Terra nel passato, possiamo evidenziare come ci siano stati dei cambiamenti molto rapidi, e non graduali, da un tipo di clima all’altro.

La chiave di lettura per capire questi “scatti climatici” è l’atmosfera che, come sappiamo, fa circolare il calore e l’umidità intorno al globo, ma che da sola ridistribuisce solo metà dell’energia che la Terra riceve dal Sole. L’altra metà viene trasportata intorno al nostro pianeta da un sistema di circolazione altrettanto importante ed imponente, ma meno conosciuto: gli oceani.

Leggi il seguito di questo post »

Variazioni climatiche temporali…   Leave a comment

Nella  convinzione che i cambiamenti del clima non possono essere addebitati a fattori antropogenici (se non in piccolissima porzione e in pochi punti percentuali), ovvero a causa dell’uomo, volevo far notare come molti scienziati o studiosi del clima, cominciano ad avvalorare le tesi che sostengo da molto tempo. Analizzando lo studio delle temperature globali negli ultimi 2000 anni si è potuto constatare che si sono avvicendati periodi di surriscaldamento e periodi nei quali ci furono sensibili abbassamenti dei valori medi, chiaramente non riconducibili all’attività umana.

Leggi il seguito di questo post »

Previsioni fai da te…   Leave a comment

Fino ai primi anni novanta gli appassionati di meteorologia prevedevano quelle che sarebbero state le condizioni meteorologiche imminenti analizzando i dati in loro possesso, dati oggettivi quali potevano essere le nubi ed il loro andamento, i venti e la loro direzione.

Leggi il seguito di questo post »

Richiami di Fisica…   Leave a comment

Per conoscere le condizioni di un corpo omogeneo è necessario conoscere i valori di tre variabili:

PRESSIONE, VOLUME, TEMPERATURA.

L’insieme delle tre grandezze individua lo stato interno del corpo.

Quando varia il valore di alcune di queste grandezze, si dice che il corpo sta subendo una trasformazione o un processo, per cui si passa da una terna iniziale di valori ad una terna finale. Se al termine della trasformazione lo stato finale del corpo coincide con lo stato iniziale, cioè tutte le variabili P,V e T hanno ripreso il loro valore iniziale, si dice che il corpo ha percorso una TRASFORMAZIONE CICLICA o CICLO, ma ciò non significa che durante tutto il processo le tre variabili si siano mantenute costanti.

Leggi il seguito di questo post »

L’anno del non ritorno: “2012”   5 comments

Con la presente per dare una indicazione di sorta sul mutamento climatico in atto.

Circolazione generale dell’atmosfera:
L’inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto al piano dell’orbita apparente che il Sole compie intorno alla Terra in un anno, fa sì che le zone equatoriali ricevano durante l’anno una quantità di calore dal Sole superiore a quella riemessa verso lo spazio.

Scritto il 10 febbraio 2000

Leggi il seguito di questo post »

Nuvole nel cielo…   Leave a comment

classificazione nubi

Pubblicato 15/01/2000 da Luca Romaldini in Meteo-didattica

Taggato con ,

Aspetti Legali   Leave a comment

Esclusione della responsabilità

EvoluzioneClima elabora con la massima accuratezza le informazioni pubblicate sulle pagine web. Tuttavia, le indicazioni e le informazioni riguardanti le previsioni e le aspettative future sono soggette a rischi e ad incertezze notevoli, a causa di molteplici fattori che possono determinare uno scostamento rilevante tra gli avvenimenti effettivi e i dati e i grafici qui riportati. Per questo motivo, gli utenti del sito utilizzano le informazioni disponibili a proprio rischio e pericolo.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 01/01/2000 da Luca Romaldini in Aspetti Legali

Weather Prediction System   Leave a comment

Il Wps, ovvero WEATHER PREDICTION SYSTEM, è il sistema con il quale EvoluzioneClima gestisce, le previsioni meteorologiche, le tendenze mensili e stagionali. L’attività che si sta attualmente svolgendo nel settore della modellistica meteorologica, finalizzata alla previsione fino a 7 giorni, sul territorio nazionale ed europeo, sulle tendenze mensili e stagionali, si fonda su codici di simulazione e procedure che, messi a punto da circa una decina di anni, richiedono un sostanziale aggiornamento e avanzamento costante, con l’obiettivo di rendere sempre più dettagliata una previsione di tendenza, apportando i miglioramenti tecnico/scientifici nel tempo e dalle risorse disponibili nel settore del calcolo numerico.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 31/12/1999 da Luca Romaldini in Weather Prediction System